By Collective volume

Show description

Read Online or Download La Magna Grecia e Roma nell'età arcaica PDF

Best italian books

Download PDF by Leonardo Angelini: Meccanica quantistica: problemi scelti: 100 problemi risolti

Questo libro è dedicato essenzialmente agli studenti che preparano l'esame scritto di un corso di Meccanica Quantistica. Di riflesso questa raccolta può risultare molto utile anche ai docenti che devono proporre problemi ai loro studenti sia a lezione che in step with gli esami. Si imagine che i contenuti del corso siano sostanzialmente identici a quelli di un tradizionale corso di Istituzioni di Fisica Teorica dei vecchi ordinamenti del corso di laurea in Fisica.

Extra resources for La Magna Grecia e Roma nell'età arcaica

Example text

Per il più antico culto greco attestato in Roma, quello di Ercole all’Ara maxima, entro il pomerium del Palatino — un culto la cui remota antichità era indicata dalla tradizione che lo faceva risalire ad età anteriore alla fondazione dell’urbs, attribuendone l’istituzione all’arcade Evandro — è raro il dissenso circa la sua provenienza dalla Magna Grecia. Difficile è la precisazione del luogo d’origine, tanto è diffuso il culto di Eracle tra gli Italioti. A Crotone fa pensare non solo il fatto che Eracle vi era venerato come οἰκιστής, ma ancora una facile concatenazione di dati: la notizia 59 della discendenza dei Pinarii (una delle due gentes che avevano cura del culto, divenuto pubblico nel 312) da Numa; la leggenda che con manifesto anacronismo faceva del più sapiente dei re romani un discepolo di Pitagora; la fama di Crotone come prima e maggior sede della scuola pitagorica.

Non mi riferisco soltanto al contesto «etrusco», anche se Roma arcaica rientrò largamente nell’ambito della civiltà etrusca e fu sentita dai Greci come πόλις τυρρηνίς. Esiste inoltre evidentemente un contesto «latino» che è quello della lingua e delle tradizioni più profonde, oltreché delle vicende storiche attraverso le quali Roma venne acquistando una sempre più definita consapevolezza della sua appartenenza al nomen latino. Ma c’è anche un’altra prospettiva che comprende tutta l’area dell’Etruria, del Lazio e della Campania, cioè quell’area che possiamo definire «tirrenica» in senso geografico, senza escludere una certa pregnanza storica per quel che riguarda la funzione preminente riconosciuta in essa dai Greci alla presenza dei Tirreni.

Ma per quel che concerne gli Enotri, la tradizione non offre elementi che li connettano direttamente con gli Arcadi del Palatino; né sappiamo quale estensione abbia avuto in Grecia l’etnico Γραικοί nell’età “precoloniale” (indicandosi con questo termine non già il tempo anteriore ai primi contatti tra la Grecia e l’Italia, ma quello precedente le vere e proprie ktiseis): verisimilmente, a giudicar dalle insulae in cui lo ritroviamo in età storica, per buona parte della penisola greca, dall’Epiro all’Attica, e dall’Arcadia a Cipro (ove dinasti locali portarono il nome di Γρᾶς, eponimo dei Γρᾶες, che figura tra i condottieri degli Eoli migranti).

Download PDF sample

La Magna Grecia e Roma nell'età arcaica by Collective volume


by Edward
4.3

Rated 4.61 of 5 – based on 25 votes